Sul concetto di Lingua 2.0

In breve, brevissimo, perché di esempi pratici e teorici è/sarà costellato questo blog, parlando di Lingua 2.0 intendo definire un particolare approccio alla lingua come strumento di comunicazione che utilizziamo quotidianamente, che tende a somigliare in molte sue dinamiche proprio al Web 2.0, ormai diventato strumento di comunicazione familiare a molti di noi.

Come il Web 2.0, anche la lingua è dinamica, in continua evoluzione e mutamento, formata e definita nei suoi contenuti dai suoi utenti – i parlanti – che fungono da veri e propri nodi dialoganti grazie ai quali l’intera rete sta in piedi. Una rete senza utenti non è tale, proprio come una lingua senza parlanti non ha senso di essere. La lingua, come il Web, è l’infrastruttura di comunicazione attraverso la quale si sviluppano le relazioni umane, e che grazie ad esse, a sua volta, si mantiene e si sviluppa.

Intrigued? Vediamo se riesco a stuzzicarvi ulteriormente:

Sia la lingua che il web sono costrutti sociali condivisi, frutti generati, posseduti e gestiti collettivamente e collaborativamente dai loro utenti/parlanti. Il parallelismo sottolineato da O’Reilly stesso tra il funzionamento del web basato sui collegamenti ipertestuali (hyperlinks) creati dagli utenti attraverso la loro costante opera di navigazione, aggiunta di contenuti e nuovi collegamenti e l’organizzazione organica delle sinapsi del cervello sottoposte a continua riorganizzazione grazie alla plasticità neuronale, in cui le associazioni si rafforzano attraverso laripetizione e l’intensità, richiama immediatamente le pagine di psicolinguistica di Laudanna e Voghera (2006) riguardanti il connessionismo e l’organizzazione mentale della lingua.
Gobbi, A. (2012), La Rete Linguistica – Dinamiche 2.0 e Apprendimento di L2

Language learners are very similar to open source software developers, as both work to develop more or less complex projects based on their personal motivation, and through interaction they both exchange chunks of code and correct errors.

Gobbi, A. (2012), The SLA 2.0 Hypotesis

Entrambi i paper sono a disposizione per la lettura e il download nella pagina pubblicazioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: