Yo as a Pronoun: dinamiche dal basso di evoluzione linguistica.

Oltre ad occuparmi di lingua vuole il caso che io mi interessi anche alla queer theory.
Va da se che questo articolo sull’emergere in una scuola di Baltimora di un pronome neutro, yo, invece di he e she, ha attirato la mia attenzione.
Ma la cosa più interessante, nonché motivo per il quale condivido il tutto con voi, è la dinamica con la quale pare questa innovazione linguistica, guarda un po’, è emersa:

What’s also interesting about the kids’ language is that people — mostly academics — have been trying to introduce a gender-neutral singular pronoun into the English language for about 200 years, with very little success. And then a group of kids in Baltimore just make one up and start using it.

Lingua 2.0 vince: 200 anni di tentativi top-down, per quanto le intenzioni fossero lodevoli, non sono riusciti dove invece le esigenze di un piccolo (in more than one way 🙂 ) gruppo di parlanti ha avuto successo, almeno contestuale. Il tempo ci dirà se attecchirà, ma quando le parole germogliano così, c’è da sperare bene: ormai è successo, non è più una questione di se ma di quando.

Per il momento, Bottom-up 1, Top-down 0.

(Daje!)

Annunci

Tag:, , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: